Copertina

n cuprtina

Couverture

Se le copertine della Vatra ripropongono sempre aspetti particolarmente caratteristici della cultura e del territorio brigaschi, non potevano certo mancare le immagini relative al nostro costume tradizionale, uno degli elementi che testimonia la profonda unit culturale dei vari centri della Tra Brigaca, data la sostanziale identit di foggia e di tessuti  caratteristici con cui veniva confezionato.   

   Il costume di un popolo ne testimonia i valori, il temperamento, i gusti; documenta gli influssi che su quel popolo hanno avuto altre culture; esprime, in una parola, la sua anima.

   Riscoprire e valorizzare labbigliamento tradizionale, allora, non significa alimentare una vena nostalgica o coltivare -in nome della sua peculiarit- velleit strane o particolari. Equivale a riscoprire le radici del nostro popolo, la sua dignit e la sua fierezza, e quindi la nostra identit. Siamo convinti infatti che, solo facendo memoria del passato e dunque stimando la tradizione che in questo passato affonda le sue radici, sapremo  guardare e progettare con fiducia il futuro.   

   A partire da questo numero, perci, intendiamo pubblicare alcune foto che documentano il costume tradizionale dei vari centri brigaschi.  

   Iniziamo con una fotografia relativa all Alta  Valle del Tanaro, realizzata sicuramente in uno studio fotografico (per la presenza del fondale che cerca di riprodurre  un ambiente boscoso adatto al soggetto), e in Riviera (probabilmente ad Alassio): i tre pastori infatti posano con i caratteristici bidn nei quali portavano il latte e la quaglia a domicilio, durante la loro permanenza nei paesi in cui svernavano con le greggi.

   Si tratta di un' interessantissima testimonianza d'epoca sull'abbigliamento brigasco maschile, caratterizzato da alcuni elementi particolarmente ricercati per loccasione. Si noti a questo proposito l'uso del panciotto e dellorologio con catena.  

   La foto, con la sua ambientazione, testimonia altres l'interesse di un'epoca per i soggetti legati al  mondo rurale e al folklore in genere: in questo senso, i pastori Brigaschi col loro costume rappresentavano in Riviera un soggetto particolarmente significativo.

S scie  cuprtine da Vatra 'r parsc dlong chic rn d carateritich de gnte e di paiisi brigachi, r n pa d sg manca de futugrafie o di dsgni ch li fan viru a  moda d veturs di Brigachi d ti ni. A  fasin da ruba ch li s mtin e a tofa ch li duvravu per farl, la ra a prpia 'nt tti i paiisi da tra brigaca e dunca 'r cutm d ti ani l' e na de cuse ci caratritiche da vita di Brigachi.

   A manra d veturs d'ine gnte la di 'r s cartere, a sa manra d viru e cuse, i si gti, 'nt'na parola, a sa rima.

   Turna a cunsciu e duna 'npurtansa ae rube d ti ani, arura, r n vo di-nu duna corda a na nutalgia snsa sgh o vure su dfrnti dai autri a tt'i cnti, ma r vo  di  cunusciu e "raie" de notre gnte, a sa dignit e 'r s valu, e dunca lo ch'e sma nue 'r d d'nci. Difati e sma cunvinti ch l' dma 'n argurdnds d l ch' pas, e 'n vurnd bn a lo ch'e notre gnte n'han mutr, ch'e purrma guaita e pnsa cun fidcia a r'avgni.

   n cumnsnd da t nmru, dunca, e vurma pblica chiche futugrafe dund in po viru i cutmi di paisi brigachi.  

   E cumnsm cun ina futugrafia ndund in vir tri patu dpga, ch la ava faita sensautr 'n l tdi d'in futgrafu (difati in vir in fund ddr ch'r vo s'asmglia in boc) e 'n li Figun  (fors a Arsc): difati i tri patu li han dnant i si bidun ndund li purtavu a vndu r lait o a quaglia ndund li andagin n banda.

   La ina futugrafa dch nteresanta ndund in p viru a ruuba ch li s mtin i omu d ti ani e in p viru ch li han de cuuse ch le i fan parsciu ci blu: guitai prempi ch bla caina cua mutra ch li han e che curpt bn fait sut a maglia.

   nt ta futugrafa in p fe acorgiurs ch quand la ava faita r l y ava ina pasiun per le cuuse din vig e pr le cuuse carateritiche: l fe pr lol chi futografu li sagradavu quand li pin futugrafa i patu di ntri paiisi vti aa sa manra quand li andagin n banda cun e fi.

 

Tre pastori di Upega

fotografia di anonimo, fine secolo XIX

(archivio privato Claudio Carbone)

Trei Pastuu d'pga

fotografia di anonimo, fine secolo XIX

(archivio privato Claudio Carbone)

Trois bergers de Upega

Photo anonyme fin XIX sicle

(Archive prive claudio Carbone)